New to site?


Login

Lost password? (X)

Already have an account?


Signup

(X)

[La Consapevolezza a Tavola]

la-consapevolezza-a-tavola BioBene Festival
04
Mag 2017

La Consapevolezza a Tavola

Mangiare sano è uno slogan che ricorre più e più volte durante la vita di tutti i giorni. Ma abbiamo davvero compreso l’importanza di questo consiglio? Il risponderci “perché fa bene” suona un po’ noioso, come un monito materno, e quindi, quasi per ribellione, meritevole di non essere seguito.  Ma se ascoltiamo bene, scegliere un prodotto naturale, Bio e di stagione, a km0 ed equosolidale è una richiesta che viene dalla nostra anima.

L’atto di mangiare è un piacere e un dovere che gustiamo almeno due volte al giorno (cinque in realtà sono i pasti quotidiani consigliati).

Il cibo è ciò che ci mantiene in vita, insieme ad aria, luce ed emozioni.

Tutti questi nutrienti, per il nostro corpo ed il nostro spirito, determinano anche la qualità della nostra vita.

Ogni giorno, miliardi di cellule muoiono e si rigenerano a partire dagli elementi che forniamo al nostro corpo. Capiamo quindi che ricostruirci partendo da elementi sani, come vitamine, minerali, carboidrati integrali e proteine vegetali ci darà una carica vitale ben diversa rispetto a tossine, residui chimici e prodotti di sintesi come il saccarosio, il comune zucchero bianco.

Studi scientifici hanno dimostrato che gli effetti di una dieta composta da cibi il più possibile vicini a ciò che si trova in natura, si percepiscono anche ad un livello mentale ed emotivo. Buon umore, forza fisica e vitalità sono i primi effetti di un cambio di alimentazione orientato verso le bontà che ci offre madre natura, eliminando junk food ed alimenti provenienti da colture industriali.

Mangiare consapevolmente fa bene non solo a corpo e mente, ma anche alla nostra anima.

Attraverso l’alimentazione infatti possiamo portare un pizzico di sacralità nella nostra vita quotidiana. Soffermarci a gustare la ricchezza di un sapore genuino, assaporare la forza vitale della natura in ogni boccone è il modo più immediato e semplice che abbiamo tutti i giorni per vivere il momento presente, nell’”hic et nunc”, il “qui ed ora”.

Mentre mangiamo spegniamo televisori, cellulari e, se possibile, i frenetici pensieri che vorticano intorno agli innumerevoli problemi che ci assillano.

Creiamo una bolla atemporale, dedichiamoci solo a noi stessi e portiamo la nostra mente alla consapevolezza del percorso che ha vissuto lo spicchio d’arancio che stiamo gustando.

La terra in cui sono cresciute le radici dell’albero che ha generato il frutto, il sole, la pioggia, gli arcobaleni e persino la piccola coccinella che ha camminato sulla sua buccia e lo ha difeso da qualche parassita…tutto è presente in quello spicchio di arancia. È inevitabile riconoscere la connessione che abbiamo con il mondo intero, con il Tutto, e impossibile è avvertire la grandiosità, la bellezza e l’armonia del piccolo cosmo che stiamo mangiando.

Suggerisco quindi di recarsi nei mercati contadini, dai produttori locali, nei negozi biologici e del commercio equosolidale. Invito inoltre a seguire la ciclicità e la stagionalità degli alimenti e a cimentarsi in ricette fatte in casa e con amore. Potete trovare tutte queste informazioni sulla nostra rivista: i contatti locali, gli eventi e gustose ricette.

Auguro a tutti buona lettura e buon appetito!

 

Di Rossana Vanetta

Vivere Sostenibile Alto Piemonte


Related Posts