New to site?


Login

Lost password? (X)

Already have an account?


Signup

(X)

[L’IMPORTANZA DELL’IDRATAZIONE]

09
Giu 2020

L’IMPORTANZA DELL’IDRATAZIONE

Con l’aumento delle temperature, il rischio di disidratazione è sempre in agguato per questo
motivo è importantissimo non sottovalutare il sintomo della sete, anche se quando arriviamo alla
sensazione di sete, il corpo ha già perso liquidi e quindi dobbiamo correre ai ripari reintegrandoli.

Vediamo insieme cosa comporta al nostro organismo essere disidratati: con il caldo sudiamo di più
rispetto alle stagioni precedenti , il corpo mette in atto il processo di sudorazione per evitare un
innalzamento elevato della temperatura corporea, ma se siamo disidratati questo processo viene
bloccato per conservare più possibile l’acqua rimasta e di conseguenza si va incontro a colpi di
calore.

Ma perché l’acqua è così importante per il nostro organismo? Mantiene costante il volume di
sangue circolante, un abbassamento dei liquidi porta ad un affaticamento del cuore che aumenta i
battiti per riuscire a fornire sangue a tutti gli organi.

Per un’atleta la perdita di anche solo il 2% dell’acqua corporea significa un peggioramento della
prestazione sportiva.

Ma quali sono i sintomi di un inizio di disidratazione?!? Il primo come detto all’inizio è la sete,
abbiamo poi crampi muscolari, secchezza delle labbra e della pelle, aumento della temperatura
corporea e aumento dei battiti cardiaci.

Ma quindi come ci dissetiamo? L’acqua è l’unica bevanda in grado di reidratare il corpo senza
apportare calorie; ma in casa possiamo comunque preparare bibite rinfrescanti sicuramente più
salutari delle varie bevande presenti in commercio; le acque aromatizzate come dice il nome è
acqua con l’aroma di uno o più vegetali, per realizzarle servono alcuni piccoli accorgimenti: la
frutta deve essere fresca ma non troppo matura, le erbe aromatiche vanno aggiunte con
parsimonia, il tempo di infusione varia da 2 a 6 ore.

Ecco qualche combinazione da sperimentare: angurie e menta; fette d’arancia e basilico; ananas e
salvia; limone e menta…

Qualsiasi bevanda decidiate di consumare ricordatevi che in estate bisognerebbe consumare
almeno 2 litri di liquidi giornalieri per evitare lo stato di disidratazione, pareggiando il bilancio
idrico.

Dott.ssa Jessica Cecconi
Via F.lli Russi 1, Trecate
http://nutrizionistacecconi.it/
cecconijessica.nutrizione@gmail.com

Tags:

    Related Posts